Smagliature in gravidanza: come evitarle e come rimediare

Le smagliature sono uno degli effetti indesiderati della gravidanza, ma nasconderle da foto e ritratti non è la scelta giusta, secondo Clio Zammatteo, la beauty blogger più famosa d’Italia.

La gravidanza di Clio, come quella di molte altre mamme vip, è stata indubbiamente vissuta sui social. Quando però la futura mamma ha deciso di postare una foto del pancione, ha deciso di non eliminare le smagliature, per lanciare un messaggio ben preciso: non dobbiamo vergognarci dei nostri difetti, soprattutto se sono causati da una cosa così bella come una gravidanza. Dobbiamo accettarci per come siamo e cambiare ciò che è possibile cambiare, senza troppa paura di mostrarci per quello che siamo.

Così scrive Clio: “Avrei potuto editare la foto; sarebbero bastati 2 minuti per eliminarle ma ho deciso di non farlo. Non siamo perfetti, mai lo saremo ma possiamo ogni giorno provare a migliorarci”. Come sappiamo, durante la gestazione le striature delle smagliature appaiono a causa dell‘incremento della produzione d’estrogeno, che produce un aumento della ritenzione idrica e salina, con una crescita di volume e di tensione che debilita la struttura delle fibre cutanee come collagene ed elastina.

Ma cosa si può fare, dopo la gravidanza, per eliminare questo inestetismo? Tecnologie di ultima generazione come quella di eTwo possono essere molto utili in questi casi, perché sono in grado di risolvere manifestazioni cutanee dovute alla riduzione progressiva della produzione di fibre di collagene ed elastina, come appunto le smagliature. Elos utilizza una combinazione unica di energia ottica (laser o luce pulsata) e radiofrequenza che consente all’impulso di penetrare più in profondità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *