Laser cicatrici acne: prima e dopo

Il laser è un metodo che viene largamente impiegato nella cura delle cicatrici acne. Si tratta di un sistema che viene preferito da chi desidera affrontare con velocità ed efficacia il problema, anche a fronte della richiesta di dover aspettare un po’ per rimarginare i rossori e le ferite causate dal trattamento laser. Attualmente la medicina estatica ha fatto passi da gigante sulla questione ed esistono delle terapie laser contro le cicatrici acne davvero interessanti, che permettono di ottenere miglioramenti veloci, senza la richiesta di aspettare molto tempo dopo il trattamento.

Laser cicatrici acne: prima e dopo

È interessante notare quali possono essere i risultati che si possono ottenere con le nuove terapie laser contro le cicatrici acne. Vediamo assieme alcuni esempi di prima e dopo per capire come lavora questa strumentazione e quali sono i risultati che si possono ottenere.

Vediamo due principali tecnologie, la classica abrasione con laser frazionato a CO2 ultra pulsato e l’innovativo punch grafting.

Nel primo caso il laser lavora levigando il piano cutaneo e correggendo le cicatrici meno profonde. Si tratta di un metodo che può essere effettuato quando l’acne non è più attiva da almeno sei mesi e dedicato a chi desidera correggere l’inestetismo livellando la cute. Il laser lavora iniettando della Co2 nella pelle, e producendo quindi un’operazione di autodifesa indotta. Il derma, stimolato, lavora infatti per produrre collagene ed elastina, sostanze naturali che migliorano il tono della pelle e rendono la grana più liscia e compatta. L’abrasione produce inoltre la necrosi degli stati superficiali della pelle e il trattamento viene effettuato in anestesia locale o con sedazione e dura da 30 a 60 minuti. È importante che la cute venga preparata a casa con un trattamento che mira a limitare a limitare la produzione di sebo nella pelle e ad assottigliare lo strato corneo. C02RE, ad esempio, è un sistema che offre un totale di sei diverse modalità di trattamento, tra cui quattro modalità di trattamento di ablazione frazionale e forme di pattern, una modalità di resurfacing tradizionale e una modalità di escissione che comprende modalità a forma prefissata e a mano libera per le escissioni dermiche di minore entità.

 

Il Punch grafting è un rimedio di ultima generazione, che viene impiegato per trattare le cicatrici profonde, almeno 1 mm. Si tratta di un sistema nuovo, che può essere impiegato da solo oppure a seguito della dermoabrasione. In questo caso il medico opera un’incisione circolare in corrispondenza di ciascun cratere cicatriziale. In seguito viene effettuato un sollevamento della cicatrice fino a che non viene portata a livello della cute vicina. È naturale che dopo il trattamento appaiano dei minuscoli rilievi, che si risolvono però spontaneamente o in velocità mediante un’altra sessione di dermoabrasione.

Il laser frazionato è un altro metodo che permette di eliminare le cicatrici da acne in modo attivo. Si tratta di un laser che può lavorare con nebulizzazione di anidride carbonica come la dermoabrasione o meno, dove tutto dipende dalla gravita del problema e dalla situazione da trattare.

La cute può essere trattata con cura e il sistema non è dedicato a chi soffre di cicatrici cheloidee o ipertrofiche. Si tratta di un sistema che a seconda dei casi può richiedere di trascorrere un periodo di ‘riposo’ post operatorio, perché il volto può apparire molto arrossato. Viene quindi chiesto al paziente di trattare la pelle con pomate antibiotiche e di non esporsi al sole. Questo trattamento al laser contro le cicatrici acne è attualmente il più diffuso, perché si tratta di una tecnica rodata, che permette di risolvere sia nella versione con nebulizzazione di CO2 e non, molti problemi legati allo stato della pelle. Si tratta, infatti, di un rimedio laser che ‘risveglia’ velocemente il derma, inducendolo a produrre collagene ed elastina in autonomia e andando a sanare in modo soddisfacente le cicatrici acne superficiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *