Non sono pochi i falsi miti ancora in circolazione sulla chirurgia estetica. Quante volte abbiamo rinunciato a effettuare un trattamento, magari mini invasivo e del tutto sicuro, solo perché abbiamo avuto troppa paura di “metterci sotto ai ferri”?

Il problema è che spesso si parla di chirurgia plastica in modo improprio: per questo l’Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica (Aicpe) ha stilato una lista delle convinzioni errate più diffuse sul tema. La chirurgia plastica è spesso collegata agli eccessi, come quelli della donna-gatto o di vip che hanno esagerato, ma in realtà la maggioranza dei pazienti che si rivolge a un chirurgo plastico è composta da persone normali, che desiderano solo star meglio con se stessi e con il proprio corpo.

Ecco quindi il decalogo dei falsi miti della chirurgia plastica. Primo: i risultati sono facce gonfie e corpi artificiali; in realtà, la chirurgia ben fatta dà risultati naturali e non artefatti, e sempre più ci si sta muovendo in questa direzione. Secondo mito da sfatare: è troppo cara; oggi la chirurgia non è più un lusso per un’élite. Ci sono infatti molte procedure non invasive accessibili a più persone. Inoltre, complice la crisi, il prezzo di molti interventi si è abbassato rispetto al passato.

Terzo: le minorenni fanno la coda dai chirurghi plastici; in Italia queste richieste sono rarissime. Una quarta credenza errata è che le cicatrici siano molto visibili. Tutti gli interventi chirurgici lasciano delle cicatrici, ma i bravi chirurghi cercano di nasconderle e minimizzarle, qualunque sia la procedura.

Cinque: la liposuzione non è un’alternativa a una perdita di peso permanente, ma è un intervento che serve a ridefinire i contorni del corpo. Sesto: un medico vale l’altro. Non è così: non tutti i medici che eseguono trattamenti di chirurgia estetica sono necessariamente chirurghi plastici.

Altra notizia non corretta: le protesi al seno non sono sicure e non permettono di allattare. Otto: la chirurgia plastica è troppo rischiosa. Come tutte le procedure chirurgiche, anche quelle di chirurgia plastica hanno dei rischi, minori se ci si rivolge a un chirurgo plastico certificato. Decimo punto, la chirurgia plastica è spesso considerata una cosa da donne, ma sappiamo bene che oggi non è più così, negli USA come in Italia.