Seguendo la tendenza degli interventi mini invasivi, e del rispetto delle proporzioni e della bellezza unica di ogni volto, il 2017 mostra come ultimo trend la riduzione delle labbra. Se negli scorsi decenni le donne preferivano avere labbra piene e carnose, a volte “a canotto”, adesso la bocca carnosa sembra conoscere una crisi.

Dall’America arriva infatti un contro-trend molto interessante: ora le donne chiedono la riduzione delle labbra. Secondo l’American Society of Plastic Surgeons, le richieste di modificare la forma delle labbra sono aumentate del 50% fra il 2000 e il 2016. Molte di queste, è vero, sono legate all’aumento di volume, ma si sta facendo sempre più spazio anche la richiesta contraria, di riduzione delle labbra, soprattutto del labbro superiore.

Per il momento la tendenza sta prendendo piede soprattutto fra le donne asiatiche, che chiedono che contestualmente venga data al labbro superiore una forma diversa. L’operazione infatti consente di agire in maniera veloce e in via ambulatoriale, senza postumi dolorosi per i pazienti. La sedazione è solo locale: il medico chirurgo preleva parte del tessuto, suturando in modo che i punti disegnino una linea più ondulata. Poi questi ultimi cadono o vengono rimossi manualmente, e il gioco è fatto.

La procedura dura solo mezz’ora, ma si tratta pur sempre di un’operazione chirurgica a tutti gli effetti, che va effettuata da un medico specialista in chirurgia estetica. Seguendo sui social l’hashtag #lipreduction, è facile rendersi conto di come questa tendenza stia spopolando. Tra i trattamenti viso, la riduzione delle labbra è sicuramente uno dei trend più richiesti, ma come si spiega questo boom? A quanto pare, le asiatiche ritengono le labbra sottili più sensuali rispetto alle carnose labbra occidentali, e forse anche motivo di distinzione e di vanto. A ognuno il suo ideale di bellezza!