Capita spesso, in inverno, di dimenticarsi del grasso e della cellulite, di cui tanto ci siamo vergognati in estate. Ingolfati nei nostri abiti comodi e caldi, ci dimentichiamo di avere un problema da risolvere… Eppure anche nascosta sotto strati spessi di abiti la cellulite c’è e rischia anche di peggiorare nella brutta stagione. Ecco allora perché non trascurarla in questa stagione, e perché bisogna correre ai ripari sin da ora.

Per prima cosa, in inverno si mangia di più: piatti caldi molto elaborati, tazze di cioccolata fumante, salse di ogni tipo… La cucina invernale è più ricca di quella estiva, e di conseguenza anche la cellulite peggiora. In inverno, inoltre, si beve di bene, e anche questo è nocivo per la nostra forma, perché bevendo poco si favorisce la ritenzione di liquidi e scorie che creano gonfiore e aggravano le manifestazioni della cellulite. Possiamo sostituire le bevande fredde con quelle calde, il tè verde e le tisane che con il loro apporto di antiossidanti e sostanze drenanti aiutano contro i cuscinetti di grasso.

Inutile negarlo, poi, in inverno stiamo più a lungo sul divano, e la sedentarietà è l’alleato migliore della cellulite. Quando non ci si muove la circolazione rallenta e gli inestetismi peggiorano… Meglio allora darsi una mossa! Ci si copre troppo, in inverno, e il caldo eccessivo, soprattutto a livello delle gambe, rallenta il flusso circolatorio e stimola l’accumulo di tossine. Meglio evitare anche scaldini tenuti sulle gambe, termofori e coperte elettriche, soste prolungate nella vasca con acqua bollente e vicino a fonti dirette di calore… La soluzione per i freddolosi? Quando usciamo dalla vasca, direzioniamo sempre un getto di acqua fredda sulle gambe.

E per chi vuole risultati immediati e sicuri, la soluzione è a portata di mano, con i nuovissimi trattamenti mini invasivi di ultima generazione. VelaShape III, ad esempio, basato sulla tecnologia elōs, utilizza una combinazione di Laser a Infrarossi (IR) e Radiofrequenza Bipolare (RF) che, uniti a un meccanismo di massaggio meccanico sono in grado di agire anche sulla cellulite più ostinata. La tecnologia contribuisce ad aumentare la circolazione sanguigna e il drenaggio dei fluidi, stimolando il metabolismo cellulare e la produzione di collagene. L’azione del calore stimola inoltre l’attività dei fibroblasti e rimodella la matrice extracellulare, riducendo la lassità e la circonferenza dell’area trattata e migliorando globalmente il tono e l’aspetto della cute.