Se hai un profilo ingombrante e vuoi fare pace con lo specchio, puoi rivolgerti con fiducia alla rinoplastica. Questo intervento, al giorno d’oggi, grazie a chirurghi attenti e a tecniche innovative, è diventato delicato e sicuro.

Sono soprattutto le donne a chiedere un ritocco al naso: quando il profilo è importante e il naso è troppo vistoso ci si sente a disagio, è come se quel tratto desse durezza all’espressione. Spesso, poi, si arriva alla rinoplastica per una deviazione del setto nasale; in occasione dell’intervento per respirare meglio, infatti, quasi tutti i pazienti decidono anche di fare qualche modifica alla forma del naso. Un intervento ben riuscito di rinoplastica corregge il naso senza stravolgere i lineamenti.

L’intervento di rinoplastica si svolge in anestesia totale e con un ricovero ospedaliero di due giorni. Meglio farla lontano dall’estate, per evitare che il sole sensibilizzi la pelle. Nei dieci giorni successivi all’intervento bisogna indossare una speciale fasciatura; il dolore è sopportabile e si può calmare con analgesici. Certo, c’è un po’ di ecchimosi e di gonfiore, ma tutto passa nel giro di qualche giorno. E, in 4-6 mesi, il risultato sarà definitivo.

Se però ti fa paura la chirurgia, e vuoi avere un’idea di come potrebbe cambiare il tuo naso che ha solo un piccolo difetto, puoi provare i filler all’acido ialuronico per rimodellare, sollevare la punta o riempire una gobba. La correzione in questo caso dura 6-8 mesi, non richiede ricovero né anestesia locale ed è ben tollerata: basta iniettare una soluzione naturale riassorbibile che ridisegna il profilo. E, per completare un restyling del viso, ti consigliamo anche il resurfacing con laser frazionale. Questo sistema ha la capacità di stimolare una contrazione a livello dermico, rinnovando la produzione di collagene ed elastina con un effetto lifting senza cicatrici, suture, gonfiori e complicazioni.