Sono tanti i Vip, ma non solo, che non direbbero no a una sanguisuga sul corpo o sul viso, pur di avere una pelle liscia e perfetta. Ultimamente negli ospedali francesi è boom di questa pratica, soprattutto a fini estetici e chirurgici, dopo che è avvenuto un intervento.

Caduto in disuso per moltissimo tempo, l’uso delle sanguisughe in medicina è stato riscoperto dalla chirurgia plastica. Serve a evitare coaguli di sangue, che si vengono a creare dopo l’intervento. Dopo un intervento è infatti necessario stimolare e favorire il microcircolo, ossia tutti i vasi sanguigni del nostro corpo. Per risolvere questi problemi di circolazione, le sanguisughe sono utilissime e fondamentali, poiché assicurano una giusta evacuazione dell’eccesso di liquido organico.

Secondo gli esperti, in futuro questi animali potrebbero essere impiegati per il trattamento di problemi legati a reumatismi e artrosi. Lo afferma Brigitte Latrille, coltivatrice di sanguisughe nel suo laboratorio a Eysines, vicino a Bordeaux. “Facciamo affari d’oro, in Francia stiamo ricevendo ordini da tutti gli ospedali – Marsiglia, Strasburgo, Bordeaux – che hanno un centro di chirurgia plastica”. In seguito agli interventi di body shaping e di chirurgia estetica più invasiva, le sanguisughe potrebbero davvero dare una mano. A patto di superare il blocco psicologico di vedersi camminare degli animaletti sul corpo/viso…